instafoto

PROVE DI FAI DA TE - PITTURARE IL CASCO

Da tempo avevo in garage questo casco da cross che giaceva inutilizzato su uno scaffale.
Perchè non cercare di riportarlo in vita con un nuovo colore?
Ecco qua come ho fatto ad ottenere un discreto risultato.










INGREDIENTI PER UN CASCO:
  • 2 Bombolette di vernice: se volete farlo di un colore scuro e il casco è chiaro secondo me ve ne basta una. La cosa importante è che prendiate vernice acrilica di buona qualità, non risparmiate 3 euro per una bomboletta che magari vi fa andare tutto il lavoro a farsi benedire;
  • Una bomboletta di trasparente da spruzzare a lavoro finito;
  • 1 nastro di carta gommata;
  • Carta vetrata: io ho usato prima una 400 e poi una 600, però credo che si possa usare senza problemi anche una grana più grossa;
  • Tempo necessario per fare il tutto: considerate una giornata. Ora che carteggiate il casco, che date le innumerevoli mani di vernice, che fate asciugare, che correggete le imperfezioni, che riverniciate ancora, che date il trasparente, che togliete il nastro e che pulite il tutto...se iniziate la mattina finite la sera.
  • Pazienza: q.b.


Per prima cosa carteggiate il casco, senza portarlo alle origini: basta che diate una bella grattata in modo tale che la vernice che spruzzerete poi abbia una superficie su cui fare presa.
Ovviamente Prima di carteggiare dedicate tutto il tempo che potete per fare un buon lavoro di copertura delle parti che non devono essere verniciate: 5 minuti in più in questo frangente equivalgono a 30 minuti risparmiati a fine lavoro per correggere i bordi.




Una volta carteggiato il casco, iniziate a darci dentro con la vernice. NON abbiate fretta, fate tante tante mani leggere per evitare che la vernice coli. Facendo più mani avrete la situazione sotto controllo e la vernice ci metterà molto meno tempo ad asciugare.




Questo è il risultato dopo 4 mani: fate voi...Ripeto, probabilmente se l'avessi fatto di nero il lavoro sarebbe stato sicuramente più veloce. O se almeno avessi avuto una base chiara...




Dopo innumerevoli mani di vernice il bianco inizia a farsi valere sui colori sottostanti





E questo è il risultato dopo una bomboletta e mezza di vernice bianca opaca: volendo avrei potuto dare ancora 2 o 3 mani, ma considerato che è un esperimento credo che vada bene così.


E adesso il bello. Credevate di aver finito una volta spruzzato e fatto asciugare senza sbavature o difetti particolari? NO! la parte difficile inizia ora. Infatti, quando toglierete il nastro, come per magia appariranno difetti ovunque! OVUNQUE! e allora con tanta pazienza e armati di cutter o robe del genere iniziate a grattare le parti che non volevate che venissero sporcate. Potete aiutarvi con un po' di acqua (e un pizzico di aceto). Potreste anche provare con del solvente o con lo sgrassatore ma poi c'è il rischio di fare danni se toccate la parte innocua e allora sì che girerebbero le balle.


E questo è il lavoro finito. Ovvio, non è perfetto, i difetti ci sono, però se fossi stato capace di dipingere caschi avrei fatto quello di lavoro, mica il bancario


Nessun commento:

Posta un commento